Sezione a tema libero in cui è possibile discutere di argomenti che non rientrano nelle altre categorie.
Avatar utente
da double
#8202
Maxim ha scritto:Rispondo sempre a nome del buon Francesco:
Francesco P. ha scritto {CUT]


Prima di tutto ti ringrazio di aver fatto da tramite col buon Francesco.
Mi piacerebbe continuare la discussione, ma non voglio approfittare del tuo tempo. Solo qualche osservazione poi mi fermo davvero.

1) concordo sul fatto che una nuova IRI (con nazionalizzazione o partecipazione maggioritaria statale di grandi e medie imprese) sarebbe probabilmente l'unica soluzione per ripartire e soprattutto per non svendere il knowhow italiano a qualche stato estero. Basterebbe una clausola di prelazione abbinata ad una feroce tassazione sulle vendite di aziende strategiche all'estero: gli azionisti sarebbero pagati in IRIbond da rimborsare a 30 anni con una resa del 2-3%. Lo so che ricorda tanto il prestito del littorio ai tempi del ventennio ma quello serviva per le invasioni coloniali, questo per non diventare noi una colonia.

2) se gli azionisi si possono forzare le famiglie invece non si fidano delle autorità (secoli di papalini, borboni, sabaudi, austriaci, ecc hanno fatto lezione) e poi una ventina di anni fa un noto cretino ha pronunciato la parola consolidamento.. In giappone la quasi totalità del debito pubblico (240% del loro PIL e non è un errore di scrittura) e' in titoli di stato in mano ai bravi cittadini giapponesi che, forti di una tradizione di obbedienza e rispetto delle autorità, mettono tutti i loro risparmi in titoli giapponesi. Forse un 5-6% , alla moda del cinghialone, attirerebbe gli italiani.

3) la ricchezza delle famiglie italiane è valutata fra 2,5 e 3 volte il PIL , l'indebitamento familiare è mediamente basso, oltre l'80% possiede una casa ed il 60% ne ha due: i paesi del nord europa da decenni stanno schiumando di invidia e soprattutto rabbia perchè facciamo debito invece di comprare i nostri titoli

I soldi in italia ci sono, gli strumenti teorici pure anche se occorre convincere gli staterelli del nord europa a modificare le regole. In sintesi serve riuscire a conciliare lupo, capra e cavolo per attraversare il fiume in sicurezza su una barca a due posti!

Di nuovo grazie a Maxim per il trasporto delle epistole ed anche a Francesco per lo scambio di idee!

ps: tutte le monete sono debito, in contabilità non c'e' differenza fra emettere titoli (debito nazionale), coniare monete (debito nazionale), stampare banconote (debito europeo), emettere mini assegni circolari , cambiali, scec, fiorini, talleri, dirahm....
Avatar utente
da Maxim
#8206
Ciao @double, eccomi qua a riportare il messaggio di Francesco.

Double ha scritto:{ CUT }
Francesco P. ha scritto:...in realtà tutti i sistemi attualmente in uso, per convenzione, fanno uso di "falsi contabili" o comunque di "forzature" perché non sono state ancora superate (o non si vogliono superare) alcune "incrostazioni storiche".
Ricorrendo ad un sistema che contempli una "giusta" moneta "non a debito" questa verrebbe contabilizzata, diciamo così, direttamente e solo con il segno "più", come le "tasse", che vanno contabilizzate sul lato delle entrate, non andando ad inficiare la finanza pubblica sul lato del deficit e quindi del debito pubblico!
Ma ripeto, questo in estrema sintesi perché ci sarebbe da parlare per ore...

Bios ringraziano
Avatar utente
da Bios
#8246
Principles by Ray Dalio ha scritto:Creato da Ray Dalio questo video in animazione è semplice ma non banale. Facile da seguire in 30 minuti, risponde bene alla domanda "Come funziona davvero l'economia?". Il video si basa sul modello pratico di Dalio per comprendere l'economia, da lui sviluppato nel corso della carriera.
Il video chiarisce concetti come credito, deficit, tassi di interesse permettendo all'ascoltatore di imparare le forze fondamentali che muovono l'economia, il funzionamento delle politiche economiche e i ricorsi dei cicli economici.




Fonte: http://www.economicprinciples.org
Avatar utente
da schottky
#9210
Bios ha scritto:
Pretendere un trattato di economia e d'alta finanza in 10 pagine che sia completo d'ogni piccolo pelo e/o che soddisfi le credenze di ogni umano è irrealistico.


E sopratutto occorrerebbe che fosse scritto da uno che di finanza se ne intende sul serio.
Filtrare PID OBD2

In questo caso ho approfittato per unificare i n[…]

Alimentatore PC PSU - Modifica

Grazie di cuore a Tutti, Vi terrò aggiornati.

Orologio Marte

Ma le maree non seguono il ciclo lunare? Ovvero n[…]

Primo risultato .

Visita il nostro canale telegram