Discussioni di carattere generale sull'elettronica analogica e digitale. Didattica e applicazioni pratiche.
#8966
Ciao a tutti.
Spero questa sia la sezione giusta.

Cercherò di spiegarvi ciò di cui avrei bisogno sperando di non sembrare troppo niubbo in materia. Per farvi capire meglio vi metto in allegato a fine messaggio una sorta di mappa con i punti chiave.

Allora, lavoro al pc da casa (villetta con giardino) all'interno di una stanza adibita appositamente a piccolo studio. Ho due gatti che entrano per mangiare direttamente in casa tramite delle apposite aperture sulle zanzariere, una sulla porta-finestra del soggiorno e l'altra sulla porta-finestra della cucina. Queste non sono dotate di gattaiola ma hanno un'apertura ricavata direttamente sulla rete. Fin'ora c'era stata sempre la mia compagna che dava loro da mangiare quando entravano mentre io ero a lavorare al pc. Ora però son rimasto l'unico in casa e dovendo lavorare per forza di cose nello studio (pc desktop) non riesco mai a sapere quando uno dei gatti entra in casa per mangiare, considerando anche il fatto che lo studio è provvisto solo di finestra alta dalla quale quindi non è possibile farli entrare.

Avevo pensato a un sistema di sensori posizionati vicino agli stipiti delle finestre che, al passaggio del gatto, vadano subito ad accendere per esempio una punto luce all'interno dello studio. Una volta ricevuto il segnale io posso assentarmi dal lavoro giusto quei pochi minuti per potermi occupare dei gatti. Ovviamente questi eventuali sensori non devono far scattare alcun allarme ma devono solo darmi un imput ben visibile che possa avvisarmi del loro ingresso in casa.

Concludo con alcune doverose precisazioni:
- i gatti sono abituati ormai da un anno a questa routine;
- non posso lasciar loro incustodito né cibo in giardino né in casa per ovvie ragioni igieniche, soprattutto ora che è arrivato il caldo torrido. Inoltre ci sono anche altri gatti in giro quindi lasciando il cibo incustodito rischierei di sfamare gli altri anziché i miei.
- le finestre conducono al giardino tramite delle brevi scale;
- la villetta (in affitto) è sprovvista sia di telecamere sia di allarme. Evidentemente il quartiere è talmente tranquillo che non ha mai spinto il proprietario ha dover installare alcun dispositivo di sicurezza;
- ho provato ad installare una gattaiola con porticina basculante con tanto di avviso mediante microchip, ma uno dei due gatti ha paura del rumore che viene emesso dal meccanismo e, spaventato, scappa via senza entrare. Il sistema di cui ho bisogno quindi non deve emettere alcun rumore sul luogo d'installazione della finestra.
- so che ci sono sensori studiati per non rilevare il passaggio di animali evitando i falsi allarmi. A me invece serve proprio un sensore adatto che riesca sempre e senza errori ad avvisarmi quando il gatto entra dalla finestra.

Scusate ancora per la mia incompetenza e grazie mille in anticipo a tutti coloro vorranno darmi una mano a trovare una soluzione.

Dcpvuyxq6f.jpg
#8969
Ti consiglio di prendere, per ogni varco, una fotocellula a 230Vac con il catarifrangente, temporizzata e con uscita a relè. Le trovi dove vendono materiale elettrico industriale. Magari prendi pure un segnalatore a led (sempre 230Vac) da tenere sulla scrivania. Il collegamento è semplicissimo, prendi il materiale e ti dico. La fotocellula costa abbastanza, ma è completa di tutto e di installa in un attiimo.
#8972
Considerando di dover prendere due di queste fotocellule, l'acquisto sarebbe abbastanza oneroso quindi vorrei informarmi bene ed essere convinto al 100% di adottare questa soluzione prima di recarmi in negozio.
Devi perdonare la mia ignoranza in materia, ma queste fotocellule sarebbero le stesse che vengono montate per i cancelli? In tal caso quindi il segnalatore led sarebbe una cosa simile, giusto?

711a1bf3ea35ff00a7e6cbcdaaae8339_thumb.jpg

Come detto nel primo post, uno dei gatti è sensibile a rumori ed eventi estranei e si spaventa facilmente. Quindi non vorrei che la luce riflessa dal catadiottro (si chiama così?) possa in qualche modo infastidire il gatto spaventandolo ed impedendogli di entrare.

Comunque il cablaggio come funzionerebbe? Il corpo lo incastro direttamente sulla paratia del muro collegando il tutto ai normali fili elettrici di casa? Invece per quanto riguarda il led di segnalazione come faccio a collegarlo al sistema? Tieni presente che ci sono parecchi metri di distanza tra le finestre e la stanza dello studio (dove andrebbe posizionato il led).

Scusa ancora per tutte ste domande ma ho bisogno di quante più informazioni posssibili prima di procedere.
Grazie mille.
#8973
Tranquillo, non ti preoccupare. Quelle per i cancelli generalmente hanno un trasmettitore e un ricevitore, quindi più complicate da collegare e che io sappia sono SOLO a bassa tensione. Io ti suggerivo quelle con il catarifrangente (impropriamente spesso chiamato "specchio") perché il collegamento si riduce a un cavo a due fili che porta la 230V alla prima fotocellula, un cavo a tre fili tra le due fotocellule e un altro cavo a due fili tra la seconda fotocellula e la lampada di segnalazione. Per comodità logistica magari si può fare diversamente, ma comunque mal che vada un semplice cavetto a tre fili ti permette di collegare il tutto. La lampada di segnalazione va bene di qualunque tipo, puoi pure recuperare una abat jour oppure una lampada da tavolo.
Attenzione che le fotocellule che ti consigliavo servono temporizzate, praticamente una volta impegnata dal gatto deve lasciare la luce accesa per altri 20 secondi, per esempio, così sei certo di vedere la lampada.
alimentazione strip led

scusate per il ritardo Si la batteria c'e

salve ha tutti ho installato un inverter dedicato,[…]

Dimenticavo: le fotocellule lavorano a infrarossi,[…]

Preso.. 20200626_133316.jpg Grazie

Visita il nostro canale telegram