Sezione a tema libero in cui è possibile discutere di argomenti che non rientrano nelle altre categorie.
da kookaburra
#11242
non fanno adesso una finanziaria da un 29 miliardi ..in tasse piatte ( più o meno occulte o mascherate) e non progressive
che anzi vogliono pareggiare ..significano per la mia pensioncina da 500 euro facendo che siamo in 60 milioni..
29E9 /60E6= 483 ..diciamo in indice di potere d' acquisto nel rapporto sociale invece dei parametri loro' ..circa un mese l' anno in meno della mia pensioncina .. meno il calo permanente sui risparmi ..con queste prese di corrente vanno in continua te lo garantisco io :)
da kookaburra
#11244
Qualche buona notizia tuttavia si legge in giro (a parte che per automatismo aumenteranno le pensioni maggiori e non quelle al minimo penso come aiuto alla soppressione delle povertà, ossia per farla più breve, alla soppressione dei poveri!)
guardavo di auto con i pannelli solari ce ne sono di già prodotte ed altre che sembra verranno ..con la filosofia
proprio del risparmio
https://www.youtube.com/watch?v=EmX5AP4EyWk
a me auto tipo queste basterebbero per gli spostamenti settimanali, prevalentemente estivi ma forse anche per farne di più brevi l' inverno, ricaricando un po anche la notte sotto qualche bel potentissimo lampione :)
da kookaburra
#11275
E' di un TG di stasera la notizia dell' aumento di pane pasta e generi alimentari di prima
necessità dal 15% al 30% ..naturalmente le pensioni minime del lavoro sono rimaste ferme ai 500 euro, come per chi non ha fatto mai nulla, mentre gli stipendi migliori, vedi quelli del comparto pubblico, aumenteranno
automaticamente del 10% già nella busta di dicembre se non ho inteso male (colpa dello smartworking..)
Dell' indice di svalutazione dichiarato, per ora si parla del superamento del 3%
..che sarebbero ogni 10000 euro sul conto corrente
300 euro di tassa svalutativa + 300 di spese l' anno..

Io dopo il G20 riflettevo appunto sul come affronteranno i cambiamenti climatici, e mi convinceva il più di tutti il ridurre intanto per impossibilità i consumi degli anziani che già sprecano troppi pannoloni e
che per natale comunque gli mancasse il pane potranno sempre accontentarsi delle briosce con il bonus che pare rinnovino per l' occasione.
da mars
#11276
Solo un estratto minimale:

Giovanni Toti nov 2020
“Per quanto ci addolori ogni singola vittima del Covid 19, dobbiamo tenere conto di questo dato: solo ieri tra i 25 decessi della Liguria, 22 erano pazienti molto anziani. Persone per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese che vanno però tutelate”.

Wired 2019/10/22/
Gli anziani sono un ostacolo alla crescita economica italiana, ma la colpa è del sistema politico

http://www.vita.it/it/article/2020/04/17
Il problema, dal punto di vista del sistema sociosanitario lombardo, è che una certa fetta di persone, «nello specifico quelle anziane e con disabilità, sono state lasciate morire senza una cura o quantomeno senza una cura adeguata, in ragione del loro essere anziani o disabili».

Grillo Fonte: Ansa, SkyTg24, Fanpage, Il blog di Beppe Grillo.
“Le idee degli anziani sono inutili. Sopra i 65 anni togliere il diritto al voto”

Ovviamente la soluzione ideale e sicura è quella di mugugnare, magari sommando la cosa ad appaganti voli di fantasia dove la tecnologia e la società che ha creato il problema magicamente, senza alcun intervento da parte mia, partoriscono i mezzi per risolverlo.
Andrà tutto bene.
da kookaburra
#11280
Tornando ai problemi..
Immagine
Voglio convincermi che nel disegno alla lettera (A) che rappresenta lo schema di un edificio di campagna con i muri esterni di
pietra sui 40cm di spessore (con i piani 1 e 3 abitati e riscaldati e con il 2 vuoto e freddo, come anche il vano scale è freddo),
le cose vadano peggio che nel disegnato alla lettera (B), che rappresenta lo schema dello stesso edificio,
completamente riscaldato all' interno dei muri perimetrali, avendo dunque la dispersione solo sugli stessi e sui pavimenti del sottotetto e della cantina.

Dato per semplicità lo stesso coefficiente di dispersione termica, per tutte le superfici disegnate, dai conti conseuenti mi verrebbe che sarebbe più conveniente riscaldare tutto l' edificio,
invece che separatamente i piani 1e3 col 2 vuoto. Pensavo che per il progresso e il minor costo (?) abbiamo speso tempo e denaro per sostituire impianti centralizzati con le caldaie singole,
le quali tra manutenzione costi d' impianto e rischi per il gas, vorrei scommettere a quanti condomini abbiano realmente portato benefici..

Comunque mi chiedevo, se per il mio problema, davvero non fosse assai più conveniente passare ad una singola pompa di calore, condominiale, escludendo il gas dagli appartamenti e
mettendo pannelli solari sul tetto "come basi", cercando di far tornare l' investimento stimato in meno di una decina di anni ..ma con in testa l' obbiettivo non ultimo di staccarci completamente dalle bollette..

Qualcuno si è imbattato in un problema simile..?
Avatar utente
da double
#11281
kookaburra ha scritto:[CUT] Pensavo che per il progresso e il minor costo (?) abbiamo speso tempo e denaro per sostituire impianti centralizzati con le caldaie singole, le quali tra manutenzione costi d' impianto e rischi per il gas, vorrei scommettere a quanti condomini abbiano realmente portato benefici..
Comunque mi chiedevo, se per il mio problema, davvero non fosse assai più conveniente passare ad una singola pompa di calore, condominiale, escludendo il gas dagli appartamenti [CUT]


Nel computo dei costi/benefice serve considerare anche il fattore umano, soprattutto quando c'è in ballo il terrificante termine condominiale.
Con una pompa di calore condominiale, magari alimentata solo da un impianto fotovoltaico (come detto nel post: obbiettivo non ultimo di staccarci completamente dalle bollette), la quantità di energia disponibile è necessariamente limitata, diversamente dal caso in cui ci sia una fonte esterna infinita, appunto la rete elettrica o del gas con le sue orripilanti bollette.
Come si divide, anzi come si raziona la limitata energia disponibile prodotta dalla pompa di calore? Se il cittadino condomino A tiene la temperatura a 26 gradi ed il cittadino condomino B la tiene a 19 gradi mentre il citatdino condomino C è presente solo una settimana all'anno, come si ripartisce il calore fruibile da ciascuno e come se ne ripartiscono i costi? Magari con un impianto di fatturazione del calore sui singoli radiatori, come previsto dalle norme per gli impianti centralizzati? Magari si creano dei "crediti di consumo" in modo che il cittadino C puo' usare tutto il suo calore annuo nei pochi giorni di presenza? Ed ecco che le bollette uscite dalla porta rientrano dalla finestra con in più il costo del servizio di conteggio e di fatturazione interna (nessuno si sogna di farlo in prorio, non si sa mai che qualcuno freghi sui conti, meglio uno esterno!)

Scollegare il gas della rete vuol dire anche che i fornelli (quelli che servono per cuocere la pasta al pomodoro) devono andare ad energia elettrica (svariati KW) o a bombole di gpl il cui costo per metrocubo è triplo di quello del gas di rete e che finiscono sempre prima della cena o quando il negozio è chiuso. Si dirà che basta tenerne una di scorta in cantina e cambiarla da soli, è così che le case fanno boom mandando arrosto il solito pensionato praticone che si crede furbo.

Il risparmio potenziale dell'ambaradan (passati i 10 anni di ammortamento e sperando che i condomini A, B e C siano tutti in giovane età e in buona salute per arrivare a vedere il risparmio) sarà annullato anche dai [b]costi umani delle liti [/b (tempo perso in astiose riunioni in cantina) ]e magari delle cause legali con l'inevitabile ritorno alle caldaie o pompe di calore singole. E' un film già visto tante volte, gli unici a guadagnarci (giustamente perchè è il loro lavoro )sono gli installatori degli impianti e le ditte di conteggio del calore.
Non c'è speranza se non quella di ripartire da Deucalione e Pirra....
da kookaburra
#11282
Non mi scoraggiare che ce la posso fare.. Compro tutta la casa! al numero uno ci metto un affittuario, che non pagherà nessun affitto, ma contribuirà a mantenere tutto l' ambaradan
..cercherò un intestardito tipo me.
Quindi, procederò senza abbandonare le idee postate precedentemente ..di motogeneratore a gas o diesel ..oppure auto ibrida o solo elettrica, quando anche accumulatore o accumulo generatore nel caso della ibrida, in parallelo ai miei bisogni e dell' "affittuario"
Che prima o poi le auto in quel modo di avanti o indietro energia vedrai le omologheranno :)

Mi sono già fatto come fare le modifiche alla casa, in economia, con relativamente poca spesa.. per la vernice estate-inverno a doppia rifrazione o simile ..quella la inventeranno :)
Immagine

Solo a nord ho disegnato il cappotto in polistirolo dove farò passare tutti i nuovi tubi e gli impianti, nelle altre facciate una vernice del colore più adatto, ricoperta con una seconda mano di vernice trasparente, quella da inventare!
a doppia rifrazione, che d' estate rifletta a terra il sole e d' inverno lo rifragga verso il muro (per conseguenza della differente inclinazione dei raggi) .. I pannelli la pompa e i fan-coil e il cappotto saranno l' impianti di partenza..
..di un tutto in continua evoluzione ..motogeneratore, accumuli, o auto elettrica in parallelo verranno più dopo.. inizialmente terrò semmai una sola utenza di metano per aiutare il sistema..

Sperando intanto di trovare un qualcuno che ci provi, con idee migliori, per primo ..e poi mi faccia sapere.. :)
Avatar utente
da schottky
#11283
Per calmare la smania inventiva, volevo informare che le auto elettriche che si ricaricano col sole e che possono erogare la potenza accumulata per caricare altri veicoli elettrici (ma a questo punto per qualsiasi altro uso) le hanno già inventate. C'è la SONO MOTORS che sta mettendo in produzione la SION una vettura con queste caratteristiche, ormai il progetto è totalmente definito e in produzione si attende solo la messa in commercio è stato fissato anche il prezzo di vendita (in Italia circa 2800 €)
Purtroppo la potenza realmente sfruttabile mi sembra molto poco, nonostante la modernissima tecnologia impiegata sembra che l'autonomia giornaliera/solare raggiunga una trentina di chilometri, figuriamoci un accrocco casalingo.
Per fortuna la Sion si può anche caricare tradizionalmente con la presa di corrente raggiungendo un'autonomia di 300Km
https://sonomotors.com/
sono-motors-sion-studio-front.jpg
da kookaburra
#11284
Non son cose da inventare ma scelte di mercato! io mi aspetto un' auto che me ne possa servire anche come accumulo da riutilizzare per la casa, insomma la più versatile possibile, poi sarà il mio fai da te a deciderne l' uso.
Io vorrei un' auto elettrica per staccarmi dalle bollette con la minor spesa possibile ..un mio amico un po folle lo ha già fatto rinunciando anche all' acqua in casa ..son filosofie o necessità ..io ho 500 euro di pensione al mese con la svalutazione di chi mi frega anche i pochi risparmi, mentre le politiche in giro mi paiono direzionate a fare dell' ecologia del risparmio energetico un nuovo biseness per creare altri ricchi pure incentivati..

1) Ascolti in cuffia direttamente all'uscita del […]

risaldare cavo microfono

Ho più di 15 anni e quindi mi esprimo a parole, no[…]

La board wemos con l'ESP e' alimentata a 5 Volt, m[…]

Sci da erba a motore

Secondo me anche un treno potrebbe usare dei cingo[…]

Visita il nostro canale telegram