Discussioni di carattere generale sull'elettronica analogica e digitale. Didattica e applicazioni pratiche.
#11123
Se sei interessato, la costruzione di un Bat Detector, basato sulla ricezione eterodina abbastanza semplice
https://drive.google.com/file/d/1Wkr9ZswxdZuGu5Ng46mroF8rOomrWN50/view?usp=sharing
#11132
Io non saldo più. Comunque son rimasto deluso dal fatto che gli ultrasuoni svaniscano
in poca distanza ..il discorso dei serpenti che si sarebbero potuti incontrare con quelli
non mi funziona più!
Allora mi dicevo che forse i serpenti si cercano con gli infrasuoni ..dal terreno.. battendo la coda..(?)
e che per gli ultimi metri ..facendo altri suoni ..oppure gli odori ..ma solo per quello messo a favore di vento!?
Quel mistero continua.. Come si erano trovati quei due rettili che giungevano da mezzo
all' erba, e da una distanza opposta, non da poco, per trovarsi in un luogo molto preciso..
e a colpo sicuro..?
Metterò un titolo nuovo sugli infrasuoni.

P.s
Per la gente come me, ormai troppo poco entusiasta di saldare, forse ci vorrebbero
a incoraggiamento dei programmi al PC ..questi con la capacità di accoppiare circuiti simulati
a sensori e riproduttori o strumenti reali (quando ciò avesse un senso) ..pur se non in tempo reale,
ma in tempo differito, lanciando la simulazione a elaborazione dei file delle registrazioni..

Passando dunque per la simulazione come se questa fosse un programma scritto a son di schemi elettrici.

Nel caso in discussione mettendo al posto dei generatori, es il file registrato di un sensore di ultrasuoni. tramite un progetto disegnato si potrebbe testare
un batconverter virtuale, che restituirebbe in un secondo file d' uscita l' elaborazione da ascoltare.
E un po' che ne dico ma su internet gratis di simile non ho trovato niente
ne saprei se la cosa fosse possibile manipolando i simulatori noti ..per fare una specie di prova reale insomma in due secondi :)
#11135
Il tipo di operazioni a cui ti riferisci si chiama "software on the loop", se hai accesso ad una postazione dotata di un sistema Matlab/Simulink completo puoi facilmente provarla grazie alle caratteristiche "real time" che questo software offre https://www.mathworks.com/help/ecoder/software-in-the-loop-sil-simulation.html
Circa l'uso dei simulatori per sperimentare nel mondo fisico, però, questa è una grandissima fesseria infatti i simulatori, anche i più sofisticati, e sto pensando a roba che costa decine di migliaia di dollari (tipo Cadence o Comsol MultiPhysics), sono capaci di simulare (più o meno bene) solo ciò che già conosciamo esattamente e di cui siamo in grado di esprimer le leggi in modo matematico e deterministico.
La tua proposta mi fa pensare ad una tesi di dottorato alla cui presentazione ho assistito, il candidato aveva partecipato ad un progetto di realizzazione in realtà virtuale di un sito archeologico non più disponibile perchè sigillato per motivi urbanistici e sosteneva l'utilità della cosa che "avrebbe consentito agli archeologi di fare nuove scoperte" :D :D :D
#11136
(Non ci ho visto in immediato niente di simile)
Vero che il simulatore potrebbe comportarsi assai diversamente dai componenti reali, ma penso non importerebbe ai fini dell' elaborazione di certi file,
che ripeto faresti semplicissimamente non programmando ma disegnando!!! (che se pensi col programma giusto le due cose sarebbero equivalenti vedi le icone) senza affaticare manco una rotellina del pensiero :)

Metti più semplicemente di avere un file audio registrato, che tu volessi provare per quale effetto ti renderebbe passando da un certo filtro ( es metti fosse un passa banda).

Allora in un simulatore modificato per questo scopo, disegneresti il filtro, quello che ti piacerebbe di realizzare, dando quindi l' invio con in entrata il file della registrazione (invece del generatore virtuale), che verrebbe processato dalla matematica del filtro disegnato sul simulatore ..step dopo step..

ricavando sul carico virtuale dell' uscita il file per farci una seconda registrazione, così campionata, che seppur non in tempo reale potresti riascoltare, quando riconvertita in file audio per il PC per poterci giudicare un primo effetto..

...mi dici che non sarebbe possibile...!?
#11137
Leggendo qua e la mi sono fatto l' idea un po così che i serpenti non odano
con l' orecchio collegato infine al cervello come il nostro, ma
avvertendo vibrare un qualche osso e muscolo connesso, tipo l' accostare una mano
su di un oggetto che trema.
Forse quei forellini al posto dei padiglioni auricolari, nei serpenti funzionano un po come un sensore
di pressione barometrica, trasmettendo da li la vibrazione alle mandibole..

Forse la femmina di serpente va liberando feromoni che il maschio a favore di vento annusi con la lingua, e quindi
cominci a far sentire la sua presenza interessata alla femmina, tramite infrasuoni, che la femmina anche,
risponda emettendone a compiacimento, e portandosi in un luogo prossimo ben visibile, dove il maschio per infrasuoni
per odori e infine a vista la localizzi per l' accoppiamento.. che ne pensate..

Tipo questi due nel filmato che finite le effusioni sull' asfalto se ne tornano ciascuno a casa propria.
https://www.youtube.com/watch?v=8ulc1UD6KTY
Alla fine per scacciare i serpenti dal giardino forse basterebbe una simulazione del buon :) vecchio bastone che batte per terra ogni tanto .. Che allora per i serpenti niente ultrasuoni.....?!!
Altoparlanti a vibrazione

Di contro questi oggetti a vibrazione mi fanno tem[…]

Mancanza di libertà di parola

..speriamo che ascoltino la musica!

nessuno che può aiutarmi a preassemblare le compon[…]

Ascoltare anche gli infrasuoni..

Come sensore per rice-trasmettere infrasuoni ho vi[…]

Visita il nostro canale telegram