Come eravamo per capire chi siamo. Restauro, riparazione di strumenti vintage e apparecchiature di altri tempi.
da Prince
#10766
Buongiorno a tutti, avrei bisogno di supporto perché ho riesumato due meravigliosi telefoni (uno in bachelite che era sulla scrivania di mio nonno ed uno francese simile al nostro "bigrigio" Siemens, ma con una ulteriore cuffia di ascolto oltre a quella della cornetta) entrambi con la presa trifasica ed il problema dell'invio della numerazione coi toni e vorrei collegarli alle prese ethernet di Fastweb in due stanze (in casa ho solo cavi ethernet ed il router di Fastweb) ma non so da che parte cominciare.
Ho letto un paio di topic molto tecnici e ben fatti, ma - pur con tutta la buona volontà - ho fatto molta fatica e mi sono perso più volte, l'ignoranza è una brutta bestia..
Spero che qualcuno abbia la pazienza di spiegarmi in modo abbastanza elementare e nei vari steps, cosa devo fare per rendere utilizzabili in entrata ed uscita i due telefoni. Grazie Per la disponibilità e complimenti ancora per il forum.
D.
Allegati
IMG_20210425_193357__01_compress80.jpg
#10771
Ma hai un contratto fastweb per internet e telefonia web? se è così non hai bisogno di usare le prese ethernet (RJ45) devi partire dalla presa di uscita telefonica (RJ41) presente sul modem.
Altrimenti se hai un contratto solo internet devi prima scegliere un servizio VOIP e poi da li partire a quello che puoi fare
#10776
Ho contratto sia telefono che internet, ma credo che le prese a muro siano solo ethernet..se comunque collegassi direttamente il telefono alla uscita RJ41 non dovrei comunque convertire l'impulso a Toni in impulso analogico?! In questo caso come posso fare?!
#10778
Sulla conversione impulsi->toni ti avevo già risposto nell'altro post facendo riferimento all'argomento trattato da @GioRock
Se vuoi invece collegare un telefono alla rete ethernet, con un contratto come quello che hai, scordatelo!
La presa telefonica e la ethernet non solo solo diverse per la forma o per le caratteristiche elettriche ma fanno parte di logiche e protocolli completamente diversi.
#10782
Ok, grazie! Proverò, dunque, a collegare direttamente a RJ41 (troverò il modo di fare passare un filo nelle canalette fino alla presa..), quanto alla bellissima spiegazione di giorock, proverò a vedere se succede qualcosa seguendo queste istruzioni
"1) Capovolgere il telefono e svitare le due viti poste lateralmente per estrarre il contenitore
2) Svitare le quattro viti dei cavi di collegamento del DISCO COMBINATORE numerate da 1 a 4
3) Unire il cavetto rosso con il blu e collegarli a massa
4) Collegare il cavetto marrone al pin RB4 ed il cavetto bianco al pin RB5 del PIC16F628A
5) Collegare il circuito nei punti 3 e 4 del telefono dove il 3 è il "positivo" per l'alimentazione
6) Collegare il telefono alla linea per testare l'effettivo funzionamento"

..ma quando si comincia a parlare di PIC... mi devo fermare perché per me diventa arabo...
#10786
Come ti avevo scritto la cosa è abbastanza difficile, per fare cose difficili è necessaria adeguata preparazione.
Consolati perché l'eventuale utilizzo delle prese ethernet per lo scopo che avevi in mente è milioni di volte più difficile
#10802
Prince ha scritto:[CUT](in casa ho solo cavi ethernet ed il router di Fastweb) [CUT]

provo a immaginare il tuo impianto
A) hai internet e NON hai telefoni a filo in casa ma solo cellulari
B) hai SIA internet (prese RJ45 e wifi) SIA telefoni a filo (prese RJ11) ed un filtro adsl che separa la linea dei telefoni e la linea verso il router
C) hai SIA internet SIA telefoni a filo collegati direttamente al router in RJ11 (fibra in casa o sul marciapiede)

- nel caso B la centrale telefonica gestisce sia la selezione a toni che quella ad impulsi , quindi attaccali alla linea dei telefoni
- nel caso C il router dovrebbe gestire anche la selezione ad impulsi, ma il timeout fra una cifra e l'altra è molto breve, (e lo e' anche per la selezione a toni!) quindi se il dito non è veloce come il vento il router ti butta fuori con bel tu tu tu (provato di persona)
Potresti anche aver problemi con la suoneria meccanica se il router non ce la fa a farla suonare.

Per collegare i telefoni in bachelite usa solo il filo bianco e rosso (sperando che i francesi usino gli stessi colori) mettendoli in parallelo sulla linea dei telefoni. Puoi usare sia le prese e le spine tripolari sia le prese e i connettori RJ11 con una crimpatrice da 5 euro al brico. Il terzo plug serviva a collegare piu' telefoni in serie impedendo che da un telefono si sentisse la conversazione dell'altro, altri tempi.....
Bios ringraziano
#10811
Conosco i contratti fastweb e si tratta, da quello che ha detto, di un contratto di tipo C indipendentemente dal fatto che sia su fibra o su rame. Sempre per conoscenza diretta ti posso assicurare che il VOIP di Fastweb non è compatibile con i telefoni a impulsi.
P.S. tra l'altro la velocità del dito non ci entrerebbe per nulla perchè gli impulsi validi sono quelli emessi nella corsa di ritorno del disco a velocità governata dalla molla
#10812
schottky ha scritto:[CUT] P.S. tra l'altro la velocità del dito non ci entrerebbe per nulla perchè gli impulsi validi sono quelli emessi nella corsa di ritorno del disco a velocità governata dalla molla[CUT]

Ovviamente hai ragione sul fatto che gli impulsi siano generati durante il ritorno ed erano pure ben calibrati dal freno centrifugo. La meccanica era sofisticata per avere impulsi di 40+60 millisecondi, così i relè meccanici li trasformavano in 50+50.

Io mi riferivo alla velocità necessaria FRA le cifre (non fra gli impulsi di una singola cifra) per far si che non passi troppo tempo fra la fine di un treno di impulsi e l'inizio del successivo: nel mio caso era l'unico modo di far funzionare un telefono a disco su un router Telecomitalia.

Ad ogni modo sembra che ci sia parecchia richiesta del convertitore impulsi/toni, visto che questi lo hanno ingegnerizzato e lo vendono ad una cinquantina di euri.
https://store.mectronica.it/it/interfacce-e-convertitori/1439-convertitore-selezione-telefonica-disco-da-impulsi-a-toni-per-telefoni-vintage.html
#10827
Buongiorno e - comunque sempre grazie - sto ancora cercando di capire come meglio intervenire...il w.e. è stato un po' impegnativo...
Quanto al convertitore impulso/toni lo ho trovato anche a 20€ (https://a.aliexpress.com/_mNIH23J) , ma - ammesso che funzioni - sarebbe l'estrema ratio se non riuscissi a cavarmela da solo.
Un attacco Rj11 dovrei averlo sul router (collegato poi alla fibra), ma quest'ultimo è stato chiuso in un cassonetto a muro ed è collegato ad una presa RJ45 che arriva in tre camere (all'epoca quando feci fare la casa ragionavo sull'utilizzo solo di prese ethernet ed ho nascosto router e centralina elettrica).
Quindi, mi sembra di capire che
- in ogni caso l'unica soluzione è collegarsi direttamente al router tramite Rj11;
- anche in questo caso è verosimile che per il sistema VoIP di Fastweb o a causa delle lentezza tra un impulso, se anche azzeccassi il collegamento, non riuscirei a mandare il numero in uscita..
È corretto?!

Su internet si trovano dati riguardante la massa e[…]

Paulownia Tormentosa o Pannelli Solari.. La doman[…]

Non ti posso aiutare purtroppo, fino a quando non […]

Ecco una simulazione https://i.postimg[…]

Visita il nostro canale telegram