Spazio dedicato alle attività radioamatoriali, radioascolto, tecnica e sperimentazione, antenne, apparati e strumenti.
da clros
#1987
Ciao a tutti,
premetto che le mie conoscenze in elettronica analogica e in RF tendono a zero.

Mi servirebbe un aiuto nella progettazione di un mixer che operi nel campo dei MHz (fino a 100MHz), in grado di fornire in uscita la somma e la differenza delle frequenze dei segnali in ingresso.

Il comportamento dovrebbe avvicinarsi il più possibile al componente virtuale "multiplier" fornito da multisim.

La realizzazione non dovrebbe prevedere operazionali (per ovvi motivi) e, nei limiti del possibile, evitare l'uso di induttanze.

Capisco che alcune specifiche possano essere non ben definite, ma ho davvero poca esperienza in questo campo.

Gradirei, nell'eventualità, anche poter essere indirizzato a qualcuno o a qualche sito che tratti questi argomenti.

Grazie.
#1988
Si sfrutta la cella di Gilbert.
Esistono diversi IC commerciali che realizzano tale funzione.
Avatar utente
da Maxim
#1989
Confermo quanto detto da Thealu. Il metodo più semplice per accedere a tale funzione è quella di adoperare una cella di Gilbert.
Essa fornisce in uscita sia la somma sia la sottrazione dei segnali in ingresso. Un esempio è la SA602 o NE602 http://www.nxp.com/documents/data_sheet/SA602A.pdf il quale contiene al suo interno anche un oscillatore utile per svariate funzioni, quale ad esempio quella di un VCO. Tale ic, nonostante un costo irrisorio, ti permette di arrivare siano ad un limite di circa 500Mhz, se correttamente alimentato e cablato.
Maxim
da clros
#1992
Grazie per le Vostre risposte!

Adesso sto cercando qualche schema per realizzare qualche circuito per delle prove.
Da quello che sono riuscito a trovare, non dovrebbe essere molto difficile (forse è più difficile trovare questo componente in package DIP).

Ne approfitto per chiedervi la differenza tra SA602 e 612 e il motivo per cui sono previste due uscite dal mixer.

Grazie! :)
#1993
A queste frequenze (decine o peggio centinaia di MHz) il cablaggio diventa fondamentale, non basta trovare uno schemino (la defunta NE aveva fatto un'articolo sul NE602).
Altri IC simili sono i MC1496 e MC1596.
Avatar utente
da Bios
#1994
Puoi considerare SA602 e SA612 come intercambiabili, il SA602 non si trova più (sono NXP SA612 ritargati). Esistono delle schedine chiamate breakout board che permettono di passare dal package SMD a DIP ma le sconsiglio in questo caso: come ti già suggerito Thealu a queste frequenze meglio che i collegamenti siano ben progettati e quanto più corti è possibile.

Saluti.
Avatar utente
da Maxim
#1995
Permettetemi un appunto:
NO SMD e adattatori vari!
Guarda su ebay e ordina l' SA602, é disponibilissimo in case dip 8 in grandi quantità dato che la Philips ne aveva prodotto tantissimi e ancora sono disponibili a iosa!
Scordati la Bread Board per ovvi motivi e al massimo valuta la millefori. Oltre poche decine di Mhz poi il gioco si complica e il cablaggio diventa importantissimo! Quindi presta massima attenzione al cablaggio!
Non so cosa devi farci, ma un minimo di strumentazione apposita ci vuole onde evitare di pigliare per fischi per fiaschi. Se ci illumini su cosa intendi sperimentare, possiamo vedere di affrontare il discorso in maniera piu approfondita :)
da clros
#1997
@Maxim:
Vorrei realizzare un circuito in grado di rilevare se una determinata linea spettrale è presente in un segnale oppure no.

In input avrei un segnale con diverse linee spettrali equidistanti (es: 10,11,12,13MHz, ...) e con la stessa ampiezza.
La presenza o meno di una linea spettrale indica uno 0 o un 1 logico.
Il ricevitore dovrebbe sottrarre all'intero segnale una frequenza di riferimento (es. 10Mhz). All'uscita del mixer mi troverei così la differenza pari a zero (quindi solo una Componente continua) se il segnale di riferimento è presente nel segnale di input (in questo caso se la linea spettrale di 10MHz è presente)

Ho provato con multisim e con il suo mixer virtuale e funziona molto bene (pochi mV se la linea spettrale non è presente, diversi volt se è presente).

Spero di essere stato chiaro nella spiegazione.
Gradirei se possibile, suggerimenti in merito.

Grazie ancora.
#2012
O forse l'hai sparata giusta, se nessuno ti ha detto nulla.
Diciamo che se non arriva qualcuno a confermare e smentire, la cosa è paragonabile al gatto di Schröedinger :mrgreen:
Filtrare PID OBD2

Aggiungo due cose. The mask and filter bits on t[…]

Alimentatore PC PSU - Modifica

Grazie di cuore a Tutti, Vi terrò aggiornati.

Orologio Marte

Ma le maree non seguono il ciclo lunare? Ovvero n[…]

Primo risultato .

Visita il nostro canale telegram