Pic Micro, Arduino, Atmel, Microchip, Freescale, Texas Instrument, ecc. Strumenti di sviluppo, firmware e progetti.
da Vapervop
#9297
Salve, vorrei montare questo kit di orologio digitale (link) però il mio intento era quello di modificare il kit in modo da indicare l'ora di Marte. Un giorno su Marte dura 24 h 39 m 35.244147 s ossia il 2.7% in più di un giorno terrestre. Volevo quindi sapere se c'è possibilità di rallentare l'orologio in qualche modo così da poter essere sincronizzato con quello di Marte. Conosco qualche nozione di elettronica ma non sono molto esperto e non ho idea di come fare. Ringrazio tutti per la disponibilità e l'aiuto.
Avatar utente
da Bios
#9298
Ciao, a spanne si potrebbe agire desintonizzando il clock oppure modificando il firmware o sostituendo l'integrato stesso con altro.
Tuttavia non sembrano disponibili schemi e senza diventa un lavoro di retroingegneria il quale richiede tempo, dedizione e competenze.

Nell'intorno del prezzo di quel kit e con le medesime (molto scarse) prestazioni è possibile realizzarlo ex novo ed impiegare meno tempo nel farlo.

Saluti.
da Vapervop
#9301
Ciao, grazie per la risposta. Dato che come dici tu questo kit non è molto adatto e di scarsa qualità, conosci qualche altro kit da consigliarmi adatto alla mia situazione?
Avatar utente
da maxmix69
#9304
Dalle fotografie di vede il classico quarzo per orologi da 32,768 Kh. Visto il costo irrisorio del kit io proverei a comprarlo, poi farei un oscillatore di prova a frequenza variabile e proverei. Se funziona poi la soluzione definitiva si trova. Certamente sapendo come fare si fa prima a farlo exnovo come giustamente scrive @Bios
da Vapervop
#9307
Se ho capito bene suggerisci di sostituire il quarzo con un oscillatore a frequenza variabile, però non sono in grado di farlo. Chiedo gentilmente se puoi fornirmi qualche istruzione per costruirlo. Grazie.
Avatar utente
da maxmix69
#9308
Quello che ho proposto prevede un poco di conoscenze e di strumentazione. Un oscillatore sinusoidale da 20 a 40 kHz senza troppe pretese, giusto per provare, di costruisce in un attimo, ma poi ti serve un oscilloscopio o almeno un frequenzimetro. Forse con una scheda audio, un PC e un programma adatto potresti sopperire alla mancanza di strumentazione, oramai pure le schede scarse campionano con buona precisione fino a 192khz. Senza la soluzione per leggere e vedere la frequenza non vale la pena nemmeno iniziare. Risolvi prima questo e poi ti rifai vivo.
Vapervop ringraziano
Avatar utente
da FrancoGual
#9311
Serve la mia risposta tipica.
Capisco che ci sono missioni in corso, ma sapere che ora è lì, serve per sapere se puoi telefonare senza disturbarli se è ora di pranzo o dormono?
Capisco la curiosità, ma suppongo che un pc dovrebbe dirlo in tempo reale, o hai appuntamenti?
Boh... :shock: :shock:
maxmix69 ringraziano
Avatar utente
da double
#9328
ingrandendo la foto dell'oggetto linkato si vede che si tratta di un micro ST con un RTC DS1302. Il micro legge l'ora e la visualizza sul display. Il DS1302 lavora con un normale cristallo da 32768 Hz ma puo' anche essere pilotato da un clock esterno sul pin 1 lasciando libero il pin 2
https://win.adrirobot.it/datasheet/integrati/pdf/DS1302.pdf
Come detto da altri basta realizzare un oscillatore (ragionevolmente stabile) a 31883 hz per avere quanto desideri.
Una via comoda puo' essere quella di usare un oscillatore a 32768 con un quarzo facilmente reperibile e poi usare una coppia moltplicatore con PLL xM e divisore xN per ottenere il rapporto 32768 x M/N= 31883. Una altra via è partire da 1,4,8 0 10 Mhz e dividere per un opportuno valore per ottenere i 31883 Hz. A quelle frequenze un cmos basta ed avanza.

Si puo' fare tranquillamente, io l'ho fatto anni fa per avere un orologio per le alte e basse maree che ritardano , guarda casa, circa mezzora al giorno. Pero'come detto da altri serve un minimo di strumentazione ed una distcreta conoscenza di base!
Bios, Vapervop ringraziano
Avatar utente
da Maxim
#9332
double ha scritto: CUT


Tralasciando PLL e divisori vari, UCAS e soluzioni affatto simpatiche in quanto a stabilità, esiste anche una vecchia via, sicuramente efficace e di diversi ordini di grandezza piu stabile nel medio e lungo termine.
Non sarò quà a consigliare come modificare un quarzo commerciale ( strada percorribile ) ma avendo un minimo di dimestichezza con l' elettronica ( medesima richiesta nel caso di utilizzo di pll e divisori ) vale la vecchia soluzione del quarzo tarato mediante una MF.
Un buon quarzo con una stabilità prossima ai 50ppm almeno, 5 euro spesi sulla baia per acquistare un banale riscaldatore per quarzi commerciali, alcuni secondi per la taratura e si avrà un oscillatore in fondamentale avente stabilità nel medio e lungo termine invidiabile e rumore di fase assai ridotto.
6 o 7 euro di spesa totali !
Certo richiede di applicarsi un po, ma il risultato è a dir poco sorprendente.
Bios ringraziano
Avatar utente
da double
#9337
Maxim ha scritto:[CUT]vale la vecchia soluzione del quarzo tarato mediante una MF[CUT]

Inserire una induttanza (la bobinetta MF citata ) in serie aumenta la frequenza di un quarzo, ma il quarzo in questione è da 32.768 Hz e non so se tale metodo sia applicabile ad una freuquenza cosi' bassa, forse serve una bobina piu' robusta. Magari invece funziona benissimo e basta tarare con mano ferma una normale bobina AM o FM ed ho imparato qualcosa pure io.

Per generare la nuova frequenza per pilotare esternamente l'RTC si puo' usare un quarzo ex televisione da 4,4336 MHz seguito da un divisore CMOS per 139 (un CD4060 oscillatore/divisore e qualche diodo) per avere una frequenza (nominale) di 31.896 Hz che dovrebbe corrispondere alle 24H:39M:20S del giorno marziano con 15 secondi di errore giornaliero, accettabili vista la normale tolleranza del quarzo (e sperando che i calcoli siano giusti!)

Poi termostatare il quarzo fa solo bene anche se il riscaldatore assorbe un bel po' di corrente.
Bios ringraziano
Leggere e scrivere una EEPROM

Ho chiesto la pinza perché sul circuito non devo e[…]

Motore 24v 150w

Ciao, fai attenzione che tu lo sottoalimenti perc[…]

io proverei con un trasformatore di 80/100 watt e […]

DIFETTO DEL MIO COMPUTER

Ciao Maxmix, é giusto quello che dici ma il paese […]

Visita il nostro canale telegram