Pic, arduino, freescale, ecc. Strumenti di sviluppo, firmware e progetti.
#7191
Salve a tutti.
Vorrei realizzare con Arduino un programma che successivamente andrò a montare sulla breadboard. Ciò che vorrei realizzare è questo:
Regolazione della velocità di un motorino in corrente continua attraverso un trimmer che varia la velocità. Un led verde segnala le basse velocità, un led giallo segnala la velocità intermedia e un led rosso segnala le alte velocità. Un display LCD deve comunicarmi la velocità in numero di giri al minuto.
Questo è ciò che dovrei realizzare. Qualcuno che mi dia una mano perfavore?
Mi servirebbe il codice su Arduino e come montarlo sulla breadboard (fritzing).
Grazie
#7192
Nel senso che ( con grande urgenza, si intende) ti occorre che qualcuno ti fornisca pronto un progetto completo e perfettamente funzionante: programma, schema elettrico e, last but not least, pure la disposizione dei componenti su una breadbord (fritzing)?
(Ovviamente senza dare nessuna indicazione delle caratteristiche del motore da controllare, nè tanto meno i "range" della regolazione/indicazione).

Fortunatamente basta cercare con Google e trovi molte risposte di base da cui partire, ad esempio:
https://www.theengineeringprojects.com/ ... duino.html
https://www.instructables.com/id/Simple ... achometer/
ecc.
#7195
Intendo che dovrei usare un motorino alimentato in corrente continua da 5v...
Si, mi servirebbe gentilmente il programma funzionante su Arduino e la disposizione dei componenti sulla breadboard. Tutto qua. Questo lavoro mi è stato assegnato Sabato e dovrei consegnarlo entro Giovedì 30 Maggio... al massimo potrei anche consegnarlo Venerdi 31 Maggio. Sono davvero disperato perchè se non porto al mio professore questo lavoro funzionante, molto probabilmente verrei rimandato nella materia e di conseguenza dovrò sostenere l'esame a Settembre...
#7197
Solitamente noi facciamo il programma su Arduino e successivamente il montaggio sulla breadboard. Non essendo ancora tanto capaci a fare questi progetti, sto provando a chiedere aiuto in questo forum in modo da poter chiarire i miei dubbi... (tralasciando il fatto che ultimamente, tra le tante verifiche che abbiamo, non riesco proprio a dedicare tutto il tempo al progetto, quindi è per questo che chiedo gentilmente una mano, e ringrazio già da ora chi lo fa)
Comunque i componenti che dovrei utilizzare sono i seguenti:
1) Arduino (ATMEGA328)
2) motore in corrente continua (da 5v)
3) diodo rettificatore
4) transistor NPN TIP120
5) potenziometro da 50k
6) 3 resistenze da 220 ohm
7) breadboard
8) led verde, led giallo e led rosso
9) display LCD

Nello schema che ho allegato mi mancherebbe il collegamento del display LCD (componente mai utilizzato in classe) e mi mancherebbe anche un altro led giallo con la rispettiva resistenza da 220 ohm
Allegati
progetto motore.jpg
#7204
Dissento totalmente dalla linea indicata: non esiste alcuna possibilità di scrivere software per microcontroller senza prima aver definito l'hardware. Il pensarlo anche solo possibile è una scemenza iperbolica (se effettivamente il prof procede così è meglio che cambi mestiere).

In ogni caso, se non hai idea di come si stenda uno schema elettrico, la cosa è molto grave. La posizione dei componenti su una breadboard è conseguenza di uno schema elettrico, non il contrario; altrimenti è solo un procedere a caso senza avere la minima idea di cosa si sta utilizzando.
Certamente troppi arduinisti procedono a caso solamente appiccicando sketch, ma con questo non hanno imparato niente e, usciti dalla scuola con tali competenze, possono provare a optare tra Deliveroo e il magazziniere da Amazon.

Comunque, a parte questo, vediamo almeno un qualche consiglio.

Per implementare un display LCD ci sono a lot of application. Basta che digiti LCD Arduino su google per ottenere migliaia di entry, da cui trarre lo schema dei collegamenti e lo sketch relativo. E questo è semplice.

Poi ti serve quello per la conversione AD che legge il potenziometro, ad esempio:
https://www.arduino.cc/reference/en/lan ... nalogread/

Il dato digitale lo dividi in tre parti a cui colleghi l'accensione dei led. Il led giallo lo puoi collegare a qualsiasi pin disponibile come uscita e scrivere il programma adeguato.

Servirà poi una sezione che genera un PWM in funzione della lettura del potenziometro. Anche qui con google trovi applicazioni, ad esempio
https://www.dummies.com/computers/ardui ... e-arduino/

Meno semplice vedo la lettura del numero dei giri che è certamente proporzionale al PWM, ma questo non indica certo gli rpm. Occorrerà qualcosa per fare una misura, ad esempio un foto rilevatore a riflessione o una forcella ottica che rilevino la rotazione dell'albero.

Ovvero, il tutto non è una cosa da poco se non per chi ha una buona mano sia con il C che con i microcontroller.
#7206
mars ha scritto:Meno semplice vedo la lettura del numero dei giri che è certamente proporzionale al PWM, ma questo non indica certo gli rpm. Occorrerà qualcosa per fare una misura, ad esempio un foto rilevatore a riflessione o una forcella ottica che rilevino la rotazione dell'albero.

D'accordo su tutto il resto, solo al fine di non mandare per cattive strade giovani menti, vorrei chiarire che il PWM (intendo che tu sottintendessi il duty cycle) non è proporzionale alla velocità, e che neanche esista una legge fissa che li correla, infatti il duty cycle del PWM è proporzionale alla tensione media applicata al motore, da questa e dalla velocità dipende la corrente assorbita dal motore e quindi, la coppia motrice, la velocità (di regime) sarà quella a cui coppia resistente e coppia motrice si equivalgono.
Quindi, come indicato, è necessario usare un sistema di misura dei giri dell'albero in funzione del tempo, forse un modo più semplice di quelli indicati si ha impiegando un sensore di Hall
#7209
Se fossi a tenere una lezione al corso di Sistemi userei un linguaggio diverso, ma, visto il caso specifico, mi pare che quanto detto sia largamente corretto.
Dato che la % del duty è proporzionale all'energia trasmessa e quindi anche alla velocità di rotazione. Quale sia la legge della proprozionalità, che è comunque diretta, non mi sembra proprio da trattare in questo specifico caso, dove abbiamo a che fare con una forte non conoscenza generale e che, prima, deve sollevarsi almeno ad un livello minimo.

Quello che intendevo era dichiarare, dato che certamente si forma la convinzione, che il valore imposto al PWM non ha alcuna possibilità di essere usato come misura dei giri al minuto, cosa che richiede un ulteriore sensore.

Quanto al sensore di Hall, questo prevede la presenza di un magenete sulla parte rotante, che, in un motrore del genere di quello presentato nello "schema" mi dici tu come applicare. A meno di pasticciare sul motore e trovare un punto, cosa certamente possibile, dove intercettare una alternanaza di campo magentico disperso. Cosa che comunque io non farei.
A livello di esperimento scolastico, cose fatte realmente nei corsi, ritengo molto più semplice mettere un punto di vernice all'albero e contare i passaggi con un sensore a riflessione. Oppure ricavare la rotella forata di un mouse con relativa forcella e fissarla sull'albero. Avere uno dei tanti motorini con encoder incorporato sarebbe ideale, ma non mi pare il caso.

Comunque il concetto era: dato che leggere l'EMF back in presenza di un PWM non è cosa semplice, è richiesto un sensore addizionale, di cui il nostro non ha alcun sospetto e che comunque non saprebbe nè implementarne i collegamenti, nè scrivere il software adeguato.

D'altronde, la mancanza di uno schema elettrico impedisce la comprensione del circuito; frizzinghi sui taglieri del pane da replicare as-is come scimmie addestrate non ritengo proprio sia la via giusta per imparere qualcosa neppure per un utente di arduini.

Peraltro, se non ha mai usato un LCD (anche a caratteri), come fa ad inserirlo?
Vabbè che il web è pieno di esempi e che la tecnica arduinesca è quella del copia-e-incolla-senza-capire-un-beep,
però il discorso si sposterebbe sulla ipotesi bipolare classica: o a scuola ci vanno per passare il tempo o la scuola specifica non insegna una mazza.
Che il primo caso sia così comune da poter tranquillamente darlo per ovvio, ci sta. Ma non escludo, per esperienza, che anche l'insegnante possa essere la causa.
In ogni caso, la situazione è molto, molto triste.

Tutto questo potrà essere interessante, ma non risolve minimamente le necessità del richiedente, purtroppo.
Però , senza diventare offensivo, ho cercato di insinuare che la richiesta è del genere che in un forum non ha alcuna possibilità di avere soddisfazione, per motivi che a me paiono evidenti, ma è chiaro che al richiedente non siano così evidenti. Caso mai lascio a BIOS che è più diplomatico di mese , se ha voglia e tempo, di chiarire meglio i perchè.
#7210
Secondo me non serve retroazione, è un progetto scolastico non è necessario fare la O alla Giotto. Il circuito di per sé, come il firmware sono di una banalità disarmante.
Un bjt in saturazione\interdizione pilotato in pwm e tre led collegati in croce ad un arduino, sono concetti raggiungibilissimi in breve tempo pur per chi è non troppo digiuno.

Però il compitino non lo dobbiamo passare noi, anche perché poi il voto per correttezza andrebbe a chi? :evil:

Adesso che il tempo stringe e finalmente l'ansia da flop rode, prova a buttare già una idea, fai vedere che l'obiettivo è capire, metti impegno e forse l'aiuto arriverà.

Grazie mille per il buon argomento. Auguri

Sostituzione mosfet

it.rs-online.com/... https://www.ebay&[…]

Dipende dalle tue conoscenze di elettronica e dal[…]

Empatia digitale

Intendi dire che ritieni che "riempire la so[…]

 scarica la nostra app android