Elettrotecnica, macchine e dispositivi elettrici a tensione di rete, impianti civili ed industriali, elettrodomestici, elettromeccanica, azionamenti, ecc.
#5153
Ciao, ho acquistato un appartamento ad un piano alto (penultimo) di un edificio. Sono a 45 metri d'altezza e sopra di me c'è un altro piano + una specie di tettoia che copre la soletta.
Il palazzo è molto alto (il più alto dell'intero quartiere) e sulla tettoia in cemento che copre la soletta hanno pensato bene di installare un mucchio di antenne per cellulari. Sono installate non al centro ma sul perimetro del palazzo (che ha pianta quadrata) orientate nelle 4 direzioni.
Il mio punto è che vorrei esser sicuro di non essere esposto al campo delle numerose antenne, o almeno non più di quanto avviene normalmente per chi non le ha così vicine. Ne ho 2 vicine di cui una proprio sopra le camere da letto. Le camere hanno delle finestre molto grandi su una delle pareti.
Mi sono quindi avventurato nella ricerca di soluzioni per capire se ci fosse e come limitare il campo.
Innanzitutto ho peregrinato fino a trovare qualcuno in grado di "misurare". Questo perchè in teoria le antenne sparano verso l'esterno e non sotto di esse, anche se così vicine hanno cmq delle onde "spurie" che di fatto arrivano sotto. Trovato questo ingegnere che è venuto con tanto di strumento abbiamo verificato che effettivamente il campo è basso (0,9 Volt/metro) ma pur sempre più alto della norma in una casa ben isolata. Tenete conto che il limite in Italia è 6 volt metro, in Svizzera (che è il paese più pignolo) 3 volt metro. Insomma potrei stare sereno. Però con queste cose non si sa mai, si tratta pur sempre di effetti che nel caso leggi negli anni e francamente già che sto ristrutturando mi sono chiesto se non valga la pena fare comunque una schermatura.
Ho studiato e letto tanto ma rimango un "ignorante" in tema di elettronica, mi sono affidato ad un altro "artigiano" che fa schermature. Mi propongono una vernice schermante a base di silicati grafite https://www.yshield.com/eu/yshield-shielding-paint-hsf64-hf-lf-5-liter che a sua volta deve essere collegata alla messa a terra https://www.yshield.com/eu/grounding-instructions-feb perchè di fatto è una superficie "metallica" che può accumulare delle cariche.
Tutto bene se non fosse che il mio elettricista (dell'impresa di ristrutturazioni) mi ha sollevato il dubbio se questa "schermatura" non possa attirare i fulmini vista l'altezza della stanza e anche le finestre.
Il tipo della schermatura dice che è un'idiozia perchè è uno strato di pochi micron e perchè è prossima alla nullità l'eventualità che un fulmini entri in casa mia per questo strato di vernice. Dice anche che se dovesse entrare un fulmine dal palazzo si scaricherebbe anche su questa cosa visto che è collegata alla messa a terra.
Detto ciò francamente non so cosa pensare e la cosa mi ha non poco terrorizzato.
Chiedo a voi lumi quindi. Da un lato non so quanto il rischio sia reale o sia solo una fantasia dell'elettricista (anche perchè spesso in locali commerciali / palazzi ci sono dei controsoffitti fatti con pannelli metallici), però non essendo un tecnico non saprei. Io vorrei tanto fare la schermatura e togliermi il pallino di queste antenne sopra la testa, sopratutto adesso che tra un pò avrò una bambina, però non so cosa fare. Non vorrei fare la schermatura e trovarmi i fulmini in casa perchè ho 40mq di superficie metallica carica.

Vi chiedo quindi una mano sperando che sappiate aiutarmi.

Immagine
#5155
C'è scritto chiaro: una mano 39dB, due mani 46dB, quanto basta per abbattere notevolmente il segnale...

A parte il prezzo esorbitante del materiale, non mi pare avere controindicazioni, non viene riportata la durata precisa nel tempo se non quei 12 mesi di scaffale, oltretutto è altamente alcalino e deve essere poi ricoperto da vernici, altrimenti l'alternativa sarebbe un gabbia di Faraday collegata alla messa a terra piuttosto che installare lastre di lamiera facendo lievitare sia il costo che i lavori per la posa...

Se la messa a terra è efficiente, difficile che i fulmini entrino dalle finestre se non in casi particolari, a me è capitato di vederne uno che rimbalzando sul lago è entrato dalla porta-finestra del balcone lasciata aperta per lavori in corso, ma sono proprio casi eccezionali, altre due volte ho assistito ad esplosioni dell'asfalto nei pressi di grosse tubature metalliche sotterranee, spesso ho visto alberi spaccati, ma non ho mai sentito parlare di ultimo piano dei palazzi dove tra l'altro mi inserisco pure Io vivendoci, mai successo niente di catastrofico tranne la grandine a palla da golf che sfonda la copertura...

Fortunatamente non hanno installato antenne ripetitrici sul mio di tetto, l'hanno messa sul palazzo adiacente ad una quindicina di metri dalla mia finestra della camera, altre sono nel bosco a centinaia di metri di distanza, quelle sono potenti e spesso disturbano il Digitale Terrestre con la banda LTE, in parole povere non si riscontrano decessi o incidenti per queste apparecchiature ma nemmeno per i fulmini, Io vivo ai piedi del bosco ed il fulmine più vicino è stato a 30m facendo un bel buco nel terreno e bruciando qualche apparecchio Elettronico nei dintorni, che botto ragazzi, pareva una bomba, MORTI = 0...

Volevo solo farti capire che la statistica smentisce le tue paure, palazzi così alti dovrebbero avere dei parafulmini installati di legge con tanto di scaricatori efficienti, al limite isola l'appartamento con la grafite, poi fatti valere con il condominio per la posa di un parafulmine se non è presente...

Le cariche elettrostatiche le accumuliamo anche noi a quelle altezze, spesso quando scendo e apro il portone con maniglia metallica vedo una scintilla e prendo la scossa, ma non è che chiamo la NASA per scoprire cosa stia succedendo, quando mi ricordo mi attacco alla messa a terra prima di scendere giù, poi ci si abitua all'alta quota...
SDAG ringraziano
#5165
Tralasciando il fatto che la storia dei fulmini mi pare un pò troppo enfatizzata... L' idea di una schermatura non é poi tanto malvagia! Io nel mio laboratorio ho fatto così:
Schermatura con maglia metallica sufficentemente stretta. Ricorda che se la misura della maglia é uguale o inferiore ad 1/12 della lunghezza d'onda, la maglia viene vista come corpo solido e non piu forato. La maglia metallica, opportunamente collegata in piu punti ad un impianto di terra EFFICIENTE, l' ho opportunamente fissata sulle pareti e sul soffitto. Successivamente su di essa ho fissato lo scheletro metallico usato per l' installazione dei pannelli di cartongesso il quale permette di tenere la maglia premuta e stirata lungo le pareti e il soffitto. Fatto controsoffittature e pareti in cartongesso e successivamente imbiancato....
Schermatura fatta, di sicuro longeva ed efficiente :)
Unico punto negativo di questa soluzione é che vai a rinunciare a circa 5cm di spazio per ogni superfice che andrai a lavorare. Ne consegue che la stanza si rimpicciolirá, seppur di poco.
Maxim
SDAG ringraziano
#5166
Grazie a tutti innanzitutto.
Il mio punto è che non posso rinunciare nemmeno a 5 cm perchè le stanze sono minuscole, quindi devo andare di vernice.
L'unica cosa per me era questo tema dei fulmini ma mi pare di capire da quanto dite che il rischio che la vernice sulle pareti, per quanto conduttiva, sia capace di "attrarre" in casa i fulmini è praticamente nulla.
Quanto alla schermatura finale mi chiedevo, e vi chiedo, secondo voi, agendo da schermo il mio tetto, c'è il rischio che i cellulari di quelli sotto "aumentino" la potenza non trovando campo? Per tanto mi conviene mettere anche qualcosa sul pavimento?
Quanto alla messa a terra del palazzo non ne so molto, quello che posso dirvi è che è molto recente (del 2003) quindi immagino abbiano pensato già ad un impianto "moderno". Anche perchè le stesse compagnie telefoniche che hanno messo su 8 antenne avrebbero a maggior ragione un problema nel caso fossero colpite le stesse, no?
Grazie e auguri già che ci sono
#5167
SDAG ha scritto:1)Le camere hanno delle finestre molto grandi su una delle pareti.
2)con tanto di strumento abbiamo verificato che effettivamente il campo è basso (0,9 Volt/metro)
3) ho 40mq di superficie metallica carica.

Ho quotato alcuni punti importanti, li commento e ti assicuro che non faccio ironia, ma solo considerazioni pratiche:

2) a che frequenza è stato misurato il campo? I limiti di legge sono parecchio diversi a seconda delle frequenze, i 10V/m valgono per i 50 Hz delle reti elettriche. Magari a 2 GHz i valori sono ancora più bassi rispetto alle norme.
http://www.elettra2000.it/pdf/normative ... -unico.pdf
http://www.ausl.mo.it/dsp/spsal/campi_e ... ndelli.pdf
Una attenuazione di 37 dB abbatte la potenza di 50.00 volte e la tensione di 70 volte quindi ti ritroveresti 13 millivolt/metro , in strada ce ne sono di più.

2bis) Hai pensato a quando DENTRO CASA accenderai il router WIFI ( e magari un ripetitore wifi per coprire tutto l'appartamento) per 24 ore al giorno, poi c'è la smart TV WIFI, il tuo smartphone (wifi, BT e GSM) accanto al letto, ecc.

1) ammesso che tu schermi le pareti, il soffitto ed il pavimento, come pensi di schermare le finestre molto grandi? E' vero che ci sono dei film plastici schermanti ragionevolmente trasparenti (come lo sportello del forno a microonde), ma come pensi di metterli a terra senza che la moglie protesti (giustamente) per l'estetica?

3) se schermi tutto l'appartamento devi mettere in conto il soffitto e pavimento, le pareti esterne, le finestre e la porta di ingresso collegandole fra loro senza lasciare tratti non connessi, con 40 m2 di superficie e due pareti esterne hai almeno 150 m2 di superficie da schermare

Realizzare una schermatura elettromagnetica e' una cosa impegnativa che non si può affidare ad un artigiano o ad un elettricista ed anche un ingegnere non è detto che sia preparato in misure abbastnza difficili da eseguire rispettando le specifiche. Una schermatura da 39 dB o peggio da 46 dB serve in ambienti davvero particolari (medici, militari e di protezione da intercettazioni) come spiegato nella broshure della ditta, estenderla alla vita civile è davvero inutilmente costosa, almeno nei paesi europei.
https://www.lessemf.com/yshield-install.pdf

Spero di averti tolto qualche preoccupazione: viviamo da almeno vent'anni in un brodo elettromagnetico senza alcuna controindicazione. Ricorda di non chiedere all'oste (l'artigiano-schermatore) se il vino è buono!
#5184
Grazie mille Double.
Provo a risponderti sul tipo di misurazione (io francamente non ci capisco molto mi sono fidato delle credenziali dell'ingegnere):
"Sarà eseguita una misura a larga banda del campo elettrico nel range di frequenze compreso fra 100 kHz e 9 GHz
utilizzando le seguenti apparecchiature:
• misuratore campo elettrico isotropo con rilevatore a diodo PMM modello EP600 (100_kHz ⇒ 9_GHz) n°
matricola 511WX50612. Taratura Iso 9000 effettuata presso PMM (@ 06/2015).
Le misurazioni saranno condotte secondo le prescrizioni definite
• dalla legge quadro n° 36/2001 sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed
elettromagnetici e relative norme applicative, DL 18/10/12 n° 179 art. 14
• guide Cei 211-7 e 211-10
Verranno identificati quattro punti significativi e su ognuno saranno realizzate le misurazioni ad una singola altezza
dal pavimento pari a 150 cm con registrazione dei livelli di campo elettrico per sei minuti su ogni punto (secondo
quanto previsto da DL 18/10/12 n° 179 art. 14). Non saranno effettuati rilievi sulle 24 ore.
La misura effettuata non distingue le singole sorgenti ma rileva il campo elettromagnetico globale generato da tutti
gli impianti presenti nell’area operanti nel range di frequenze compreso fra 100 kHz e 9 GHz."

Quanto alle finestre non mi preoccupano perchè le antenne sono sopra il tetto quindi dalle finestre è impossibile che arrivi nulla (così come dal pavimento). Se è vero che le onde hanno una direzionalità la sorgente unica è il tetto. Quello che pensavo infatti era (variando rispetto al disegno del post) di fare solo soffitto delle camere e una parete (quella che da verso l'interno del palazzo, dove ci sono le antenne.
Quanto a cellulari e wifi sicuramente ci saranno ma ci sarebbero comunque anche se li terrò lontani dalle camere dove sto facendo passare il buon vecchio cavo di rete. Il cellulare non lo porto mai in camera da letto quindi quanto a quello sono piuttosto sereno. A tal proposito vi chiedevo, vale la pena schermare il pavimento per quelli che stanno sotto?

Il mio punto è, capisco che si tratta di una scelta forse "esagerata", ma visto che sto ristrutturando e che le antenne sono davvero tante, non vorrei trovarmi tra 10 anni con l'OMS che accerta la cancerogenità della lunga esposizione ai campi da cellulare ed esserci arrivato troppo tardi. Della serie, male che vada non servirà a nulla ma mi va bene così.

Concordo con te che ci viviamo da anni, vero però è che puoi abitare dentro una casa dove prende 2 tacche o dove hai 8 antenne sul tetto. Non è la stessa cosa credo.

Purtroppo non c'è uno straccio di indicazione per capire cosa è giusto fare e cosa è inutile. Anche trovare gente che ne capisce è difficile non a caso sono finito su questo forum dopo mesi di ricerche.

Quanto al tema fulmini tu cosa ne pensi? Concordi con gli altri che è impossibile che l'eventuale rivestimento li attiri?
Grazie


double ha scritto:
SDAG ha scritto:1)Le camere hanno delle finestre molto grandi su una delle pareti.
2)con tanto di strumento abbiamo verificato che effettivamente il campo è basso (0,9 Volt/metro)
3) ho 40mq di superficie metallica carica.

Ho quotato alcuni punti importanti, li commento e ti assicuro che non faccio ironia, ma solo considerazioni pratiche:

2) a che frequenza è stato misurato il campo? I limiti di legge sono parecchio diversi a seconda delle frequenze, i 10V/m valgono per i 50 Hz delle reti elettriche. Magari a 2 GHz i valori sono ancora più bassi rispetto alle norme.
http://www.elettra2000.it/pdf/normative ... -unico.pdf
http://www.ausl.mo.it/dsp/spsal/campi_e ... ndelli.pdf
Una attenuazione di 37 dB abbatte la potenza di 50.00 volte e la tensione di 70 volte quindi ti ritroveresti 13 millivolt/metro , in strada ce ne sono di più.

2bis) Hai pensato a quando DENTRO CASA accenderai il router WIFI ( e magari un ripetitore wifi per coprire tutto l'appartamento) per 24 ore al giorno, poi c'è la smart TV WIFI, il tuo smartphone (wifi, BT e GSM) accanto al letto, ecc.

1) ammesso che tu schermi le pareti, il soffitto ed il pavimento, come pensi di schermare le finestre molto grandi? E' vero che ci sono dei film plastici schermanti ragionevolmente trasparenti (come lo sportello del forno a microonde), ma come pensi di metterli a terra senza che la moglie protesti (giustamente) per l'estetica?

3) se schermi tutto l'appartamento devi mettere in conto il soffitto e pavimento, le pareti esterne, le finestre e la porta di ingresso collegandole fra loro senza lasciare tratti non connessi, con 40 m2 di superficie e due pareti esterne hai almeno 150 m2 di superficie da schermare

Realizzare una schermatura elettromagnetica e' una cosa impegnativa che non si può affidare ad un artigiano o ad un elettricista ed anche un ingegnere non è detto che sia preparato in misure abbastnza difficili da eseguire rispettando le specifiche. Una schermatura da 39 dB o peggio da 46 dB serve in ambienti davvero particolari (medici, militari e di protezione da intercettazioni) come spiegato nella broshure della ditta, estenderla alla vita civile è davvero inutilmente costosa, almeno nei paesi europei.
https://www.lessemf.com/yshield-install.pdf

Spero di averti tolto qualche preoccupazione: viviamo da almeno vent'anni in un brodo elettromagnetico senza alcuna controindicazione. Ricorda di non chiedere all'oste (l'artigiano-schermatore) se il vino è buono!
#5186
Nella relazione di misura si legge

La misura effettuata non distingue le singole sorgenti ma rileva il campo elettromagnetico globale generato da tutti gli impianti presenti nell’area operanti nel range di frequenze compreso fra 100 kHz e 9 GHz."

quindi dalla misura è escluso il campo a bassa frequenza dei 50 Hz della rete elettrica. Se nelle vicinanze non ci sono stazioni radio (88-108 MHz) o televisive (300-700 MHz) o aereoporti con radar allora il campo in casa è dovuto solo alle antenne dei cellulari (0.8-1.8 GHz) e 0.9 V/m è un valore più che buono,

Se, come hai detto, su tutti e quattro gli spigoli del tetto piatto sono posizionate le antenne, allora tutta la struttura metallica (antenne, tralicci e supporti) sarà certamente messe a terra in modo professionale con almeno 2-3 calate separate, di adeguata sezione e terminate su dispersori di terra indipendenti da quelli del condominio. Aggiungi l'armatura metallica dei pilastri e dei solai di un palazzo di 15 piani ed hai una struttura molto simile ad una gabbia di farady che protegge tutto l'edificio dai fulmini. Mi sembra strano che nessuno fra ingegnere misuratore, verniciatore/ schermatore ed impiantista elettrico te lo abbia detto. L'unico remotissimo pericolo può venire da un rarissimo fulmine globulare che decida di entrarti in casa, ma la probabilità è davvero minima se non praticamente nulla.

Per quanto riguarda i possibili, ma improbabili, aumenti di potenza irradiata negli anni a venire, tieni presente che la potenza irradiata (W/m2) ed il campo elettrico (V/m) sono legati da una relazione quadratica: se la potenza cresce di 10 volte il campo aumenta di 3,2 volte. Se qualcuno deciderà di aumentare di 36 volte(!) la potenza emessa,allora il campo in casa tua aumenterà di 6 volte e passerà da 0.9 V/m a 5.4 V/m restando ampiamente nei limiti previsti.

(se ho fatto errori e qualcuno mi corregge, ne sono contentissimo!)
Bios ringraziano
#5297
Domanda stupida forse, ma non ci capisco molto e vi chiedo un aiuto.
Se un fulmine dovesse colpire il palazzo, scaricando sulla terra, non rischia di "scaricarsi" anche su queste pareti schermate?
Mi aiutate a capire? Ho detto una fesseria? Se la risposta fosse affermativa, installando un SPD di tipo 1 sul quadro, risolverei il problema?
@GioRock @double mi potete dare una mano?
#5302
Per queste cose non puoi seguire la "strada fai da te", devi rivolgerti a dei professionisti seri che analizzeranno il problema a fondo, per installare uno scaricatore bisogna che l'impianto condominiale rispetti le norme vigenti con svariati parametri annessi, per farti un'idea leggiti bene qualche catalogo dei prodotti in commercio, non è proprio una cosa semplice, ogni zona residenziale ha dei valori differenti da altre che possono influire su alcune scelte, anche la distanza d'installazione dalla barra equipotenziale influisce così come la lunghezza dei cavi, quindi ora che arrivi a terra dall'ultimo piano può darsi che ne devi mettere più di uno di scaricatore...

Visto i tuoi timori, ti consiglio di rivolgerti ad un'azienda capace che si occupa di queste cose, inoltre loro possono eventualmente certificare l'impianto dandoti una certa garanzia e tranquillità...
#5303
SDAG ha scritto: [CUT] Se un fulmine dovesse colpire il palazzo, scaricando sulla terra, non rischia di "scaricarsi" anche su queste pareti schermate? [CUT]


Ipotizziamo che il fulmine colpisca le antenne dei cellulari poste sul tetto: la scarica percorrerà le calate verso i dispersori interrati e si scaricherà a terra senza fare danni, se la realizzazione è stata fatta a regola d'arte. Inoltre chi ha progettato e realizzato gli impianti elettrici condominiali di un palazzo alto 45 metri DEVE aver previsto tutte le protezioni necessarie, a meno che non ci sia di mezzo il solito palazzinaro che ha fatto i soldi elargendo bustarelle agli uffici tecnici comunali.

Tieni presente che oltre alle calate delle antenne cellulari, sono messe a terra (almeno si spera) anche le terre di tutti gli appartamenti (plug centrale delle prese elettriche) e quindi tutte le carcasse metalliche degli elttrodomestici presenti in casa che hanno una spina con TRE plug: lavatrice, lavastoviglie, forno, frigorifero, ferro da stiro, caldaia, condizionatori, ecc) . Se ti preoccupi che il fulmine coinvolga la parete schermata collegata a terra, devi anche preoccuparti anche di tutto ciò che è connesso a terra.

Fra l'altro uno scaricatore serve a proteggere le linee elettriche in tensione: entra in funzione scaricando verso terra (il cavo verde-giallo, la barra, i dispersori) eventuali sovratensioni dovute a fulminazioni. Uno scaricatore fra la parete schermata (che è stata messa a terra altrimenti non scherma nulla) ed il cavo di terra (che per definizione è a terra) sarebbe in corto circuito e quindi avrebbe solo una interessante funzione estetica ed apotropaica, esattamente come il mitico cornetto rosso o il santino di santa barbara.

Se vuoi davvero stare tranquillo chiedi all'amministratore di condominio la copia della certificazione dell'impianto elettrico e di quello televisivo condominiale (nella certificazione ci sono tutti gli schemi elettrici e la lista dei materiali installati) e chiedi all'ufficio tecnico comunale la certificazione dell'impianto elettrico, compreso quello di terra, delle antenne cellulari installate successivamente (serve un accesso agli atti che puoi fare avendone titolo quale proprietario) . Come ti ha già suggerito GioRock, con quelle carte vai da un professionista serio e lo paghi il giusto: non sarà una parcella leggera perchè analizzare gli impianti di una torre residenziale di 15 piani non è un lavoretto di mezzora.

Ciao, hai postato nella sezione dedicata alle pres[…]

piccolo segnale

Ah ho dimenticato sempre a proposito di disegnare […]

[CUT] Ecco quindi che mi ritrovo a voler gestir[…]

Come tutti sapete se utilizzate PROTEUS , nonosta[…]

 scarica la nostra app android