Discussioni di carattere generale sull'elettronica analogica e digitale. Didattica e applicazioni pratiche.
#9560
Salve. Premesso che di elettronica capisco zero quindi cercate di essere semplici nei vostri consigli grazie. Vorrei costruire questo schema.
Facile da fare, ma non riesco a trovare i condensatori 100nf 2000v. Negozi nelle mie vicinanze niente. Negozi di elettronica italiani niente.
Ho contattato un paio di siti stranieri ma non ne hanno. L'oggetto della mia dannazione è questo o anche questo.

Domanda:
  1. voi per caso li avete avanzati in qualche scatolina nascosta da qualche parte? Se potete spedire pago tutto
  2. un alternativa, suggerimento per un piano B
  3. Mettere altri condensatori in serie per raggiungere quel tipo di tensione?
Grazie,
Massimo.
#9563
Credo che l'opzione 3 sia la più praticabile ed anche un pelo meno pericolosa. Perché devi essere cosciente che ciò che cerchi di fare è pericoloso.

Spostato in elettronica.
Bios.
#9564
@Bios stavolta non sono d'accordo. Mettere due condensatori in serie, pure se possibile, fa distribuire la tensione ai capi degli stessi in modo inverso alle rispettive capacità. Poi se uno dei due va in perdita la tensione sull'altro aumenta. Personalmente ho sempre ritenuto più affidabile il parallelo, condensatori di capacità più piccola, ma di tensione giusta.
Comunque stranamente i condensatori giusti si trovano in contenitore SMD, li vende la TME se stanotte ho visto giusto.
#9567
Ciao @maxmix69, intendevo ripartire le tensioni elevate su più elementi di uguale capacità per poi stare larghi sulla tensione dei singoli elementi. Se uno della catena va in perdita e dovesse accadere il fail - e può accadere -, si interromperebbe il più debole della catena ma la deflagrazione sarebbe più contenuta che se ne esplodesse uno più grande; rischio zero non esiste. Questo è il mio pensiero il quale non era rivolto al risparmio. Comunque la serie non è una necessaria priorità e se ne trovi uno adatto nel tuo caso è preferibile.

Vorrei che fosse anche chiaro @Macks2 che 100nF a 2kV se ci metti le dita sono abbastanza per dare sberle (deliberato eufemismo) che non dimentichi e che possono non perdonare. Qui volevo mettere l'accento.
#9569
Lo schema è di per sé piuttosto pericoloso, valgono i soliti discorsi circa l' ottima progettazione di un pcb. Sull'uso degli 1n4007 ho qualche dubbio e preferirei adoperarne di più idonei. Quanto ai condensatori, sono reperibili facilmente anche sulla baia. Basta porre le parole chiave 104 e 2Kv per avere decine e decine di risultati tipo questo. Anche se non serve a scongiurare tutti i problemi, penso che la scelta di installare un fusibile rapido a monte della catena di moltiplicatori di tensione, sia una scelta quantomeno obbligatoria.

Saluti ionizzati

P.S. vista l'elevatissima pericolosità del circuito in oggetto, è consigliabile che l'interessato prenda tutti gli accorgimenti necessari per evitare spiacevoli o nefasti shock elettrici. Quindi occhi molto bene aperti e dita assai alla larga dalle parti in tensione. Il tutto rigorosamente ben chiuso in un contenitore isolante molto ben pensato.
Bios, maxmix69 ringraziano
#9570
Riguardo al pcb io una cosa del genere la costruirei in aria utilizzando le basette di bachelite con gli ancoraggi che si utilizzavano per i circuiti a valvole.
Riguardo l'utilizzo degli 1n 4007 in effetti non mi pare il più indicato, ma se ricordo bene la teoria del moltiplicatore di tensione ogni diodo è sottoposto al doppio della tensione di ingresso per cui in questo caso circa 650 volt. Stessa cosa per i condensatori.
Le raccomandazioni di sicurezza sono effettivamente necessarie. Io dividerei le due resistenze all'uscita con una serie di almeno 4 resistenze ognuna da 2,7 megaohm. Questo perché a meno di non prendere resistenze particolari la massima tensione ai capi di una resistenza da mezzo watt mi pare che si aggiri intorno ai 250V. Prendete con le pinze tutti i valori ho indicato perché vado a memoria e non ho controllato niente.
#9573
Io quello che trovo insopportabile è che ogni volta che si legge una premessa del tipo "io di elettronica sto a zero" inevitabilmente viene seguita dalla richiesta di consigli di qualcosa di complesso o di estremamente pericoloso. Ma un forum come questo non dovrebbe avere finalità educative? La risposta a queste domande dovrebbe essere semplicemente che l'apprendimento va fatto per gradi iniziando da cose semplici e non pericolose.
Bios, maxmix69 ringraziano
#9589
Sto Covid19 sta condizionando tutti, ognuno vuol risolvere Do It Yourself...
Tuttavia 100nF a 50 Hz sono grossomodo una resistenza da più di 30 kohm, siamo sui 7 mA, bella sventola non mortale.
Poi via via che sale la tensione ci sono altri condensatori in serie, certo abbiamo alte tensioni, ma chi di noi non ha assaggiato una EAT su qualche vecchio CRT? :D
Non scatta nemmeno il salvavita. Quindi se maggiorenne, come spero, se ha deciso di rischiare .. può farlo.
Come detto cercare condensatori è possibile, potrebbe essere utile invece dei semplici 1N4007 cercare qualche diodo HV.
Leggere e scrivere una EEPROM

Ho chiesto la pinza perché sul circuito non devo e[…]

Motore 24v 150w

Ciao, fai attenzione che tu lo sottoalimenti perc[…]

io proverei con un trasformatore di 80/100 watt e […]

DIFETTO DEL MIO COMPUTER

Ciao Maxmix, é giusto quello che dici ma il paese […]

Visita il nostro canale telegram