Sezione a tema libero in cui è possibile discutere di argomenti che non rientrano nelle altre categorie.
#12172
operatori di macchine in smart working
Trovare manodopera per lavori di casa, mi basti dire che in questi giorni per aggiustare una siepe e fare un po d' erba in giardino. ad un conoscente è costato 300 euro e dopo settimane di attesa e insistenza.. Allora perché invece di buttare i soldi in disoccupazione non si cominciano a spendere semmai per incentivare certi lavori perché utili!
Potrebbero i comuni acquistare macchine sempre più comode e robotiche, fino a venir azionate da remoto
https://www.meccagri.it/robotica-agricola-dal-futuribile-alla-messa-in-campo/
e queste potrebbero servire anche per i lavori non solo pubblici, ma anche privati di ordinaria manutenzione, abbassando i costi e dando alla manodopera anche laureata la possibilità di un lavoro,
comodo da svolgere da casa seppur momentaneamente umile.
Insomma forse c' è bisogno di tanto lavoro e redditizio per smettere di lavorare :) invece di buttare politicamente i risparmi dei nonni dall' elicottero ..rimetterne degli interessi anche per i loro necessari di lavori..

Anche se mi sa che bene che vada ci ritroveremo si davanti a delle macchine comandate da remoto ma saranno carri armati senza nessuno dentro a cui tirare una molotov nonostante i rincari della benzina :)
#12174
kookaburra ha scritto:[CUT] azionate da remoto [...] e queste potrebbero servire anche per i lavori non solo pubblici, ma anche privati di ordinaria manutenzione[CUT]


Ovviamente occorre poter garantire la totale sicurezza personale di tutti coloro che possono trovarsi nell'area di lavoro della macchina, soprattutto di quelli che si trovano nelle immancabili aree cieche non inquadrate dalle telecamere per la visione remota.
Se nelle campagne ci puo' essere solo qualche bambino che si nasconde fra le vigne, per i lavori pubblici in città ci sono moltitudini di passanti più o meno attenti e di biciclette che possono involontariamente (ma anche volontariamente) accedere ad aree pericolose. Nelle proprietà private è ancora peggio con bambini ed anziani che senza preavviso escono di casa per andare in giardino.

Se l'operatore fa un danno oppure ammazza qualcuno perchè non ha visto il bambino che si fa? Basta un solo operatore che manovra la macchina e contemporaneamente controlla l'area oppure ne servono due? Chi è responsabile di danni, feriti o morti? Gli operatori remoti, i costruttori degli apparati, i gestori delle comunicazioni radio, gli (eventuali) sorveglianti presenti fisicamente sul posto, ecc, ecc? Dimenticavo che queste cose qualcuno le chiama burocrazia, io le chiamo sicurezza sul lavoro.

Un paio di mesi fa in lombardia una mietitrice guidata da un agricoltore fisico ha fatto a pezzi due ragazze che dopo una festa erano entrate nel campo la sera prima. Il conducente non le ha viste e ha falciato testa, braccia e gambe assieme al resto. Ci son voluti mesi per capire cosa fosse successo ed anche se alla fine l'agricoltore è stato sollevato da qualunque responsabilità resterà per sempre sconvolto dal sangue che schizzava da tutte le parti e dalle urla di quelle povere disgraziate. Figurarsi cosa puo' accadere con un operatore remoto che magari lavora a cottimo, come sta andando di moda da un pò di tempo.

ps: 300 euro per una giornata di lavoro di un giardiniere è un prezzo equo. Sono 30 euro l'ora piu' l'iva al 22%. In quei 30 euro netti oltre al compenso per il lavoro ci sono i contributi pensionistici, le tasse che deve pagare al 30% del suo reddito lordo, l'ammortamento della motosega e del furgone, il carburante, gli interessi del prestito per il furgone, il costo del commercialista che tiene la contabilità e l'affitto del magazzino. Serve anche mettere in conto un fondo di rischio per periodi in cui in cui non si lavora (malattie o mancanza di commesse). Alla fine se ricava 10 euro nette all'ora è un buon risultato. E 10 euro l'ora è quanto riceve un pensionato a 1350 euro netti al mese (1350 x 13 /1760 = 9.97)
#12175
Macchine del tipo di quelle mostrate, anche se guidate da un essere umano, sono adatte ad agricolture intensive in arre pianeggianti, estese e ben organizzate. Tutto il contrario del sistema agro-alimentare italiano che fonda la sua eccellenza su una estrema frammentzione del tessuto aziendale, sulla estrema specializzazione della produzione, e sullo sviluppo e perfezionamento delle tecniche tradizionali. Certo delle zone in cui si adoperano o si potrebbero adoperare ci sono, dalle grandi estensioni di vigneti del tavoliere delle puglie e nelle coltivazioni di soia, barbabietola o foraggio della pianura padana. Ma certo non ci potremo mai fare nè il Passito delle cinque terre, nè il limoni della costiera amalfitana, nè il Brunello di Montalcino o i Pistacchi di Bronte. E potrei andare avanti per pagine e pagine riflettendo che è proprio da quelle produzioni inpossibili da automatizzare che dipende una parte importante della nostra economia.
#12176
..certo che un trinciastocchi da giardino non si accorga della cuccia del cane col cane dentro ci sta :)
ma con la volontà che si misura in giro qualcosa bisognerà pur studiare ..e quei prezzi non sono per pensionati di campagna.. ne permetteranno di mantenere molte colture.. dalle mie parti castagneti ed uliveti ed un tempo anche orti di qualità vigneti e piccolo allevamento, per mangiar davvero bene e fare dei luoghi un giardino dell' Eden..
di contro al presente abbandonato per le prossime anaconda e coccodrilli se non di peggio
#12177
Sulla pericolosità dei lavori ne sappiamo qualcosa in ambito elettrico e l' avremo vista brutta più di una volta, il lavoro senza pericoli non esiste ancora!

Dunque non metterei a priori che una macchina guidata da remoto possa essere tanto meno sicura di una con operatore ..che invece è proprio l' operatore il primo a rischiare incidenti su di se!
Nelle zone più difficili l' operare da remoto è comunque fattibile, con macchine più piccole ..i piccoli trincia ti spezzano la schiena a stargli dietro a mano, con il pericolo di farcisi davvero male,
vedi cadendo, è sempre presente!
..da remoto si rischierebbe solo la macchina, guardate bellina anche questa per relativamente piccoli lavori
https://www.youtube.com/watch?v=vgiWseEA0V4
..parlando di trincia, telecomandati o guidati da remoto mi paiono almeno più produttivi che solo robotici,
e comunque in grado di abbassare i costi!
#12180
Il bello di operare sulle macchine da remoto, a molta distanza sarebbe anche di poter usare manodopera straniera dai propri paesi di origine
..prendete di pulire la città, un supermercato oppure uffici di notte,
https://www.youtube.com/watch?v=IWN2_CwOk5s
insomma meglio che solo robotiche :)
,,potremmo così usare pulitrici guidate da operatori in paesi dove nello stesso orario sia pieno giorno, risparmiando anche sulle diarie
..e dopo qui l' unico lavoro si potrebbe limitare a supervisionare chi casomai lavorasse, se visto l' andazzo troveremo operai almeno per quello :)
Il Salario Minimo

Il salario minimo Immaginate un alta inflazione so[…]

Aiuto esercizio elettronica

ma ci sarebbe da studiare la legge di Ohm quasi du[…]

lampade led

..si e se no per risolvere il problema si torna a[…]

Ok, bene ho ordinato due 1N5822 appena mi arrivano[…]

Visita il nostro canale telegram